Udienza 24.05.2010

25 maggio 2010

MESSAGGERO VENETO martedì 25 maggio 2010
Sentiti i testi del pm nel processo per Cicciarella

È proseguito ieri con la deposizione di tre testimoni del pm al Tribunale di Gorizia l’udienza del processo legato alla morte di Franco Cicciarella, l’operaio deceduto in Porto a Monfalcone l’11 aprile 2005, un infortunio sul lavoro occorsogli mentre stava operando sulla banchina, nel porto, assieme a colleghi. Ieri, dinanzi al giudice monocratico Manuela Bigattin (la pubblica accusa è sostenuta dal pubblico ministero Valentina Bossi), sono stati sentiti due colleghi della vittima e un ispettore di polizia. Deposizione dalle quali è stato possibile contribuire a far luce sulla dinamica del tragico infortunio.
In sede di udienza preliminare erano stati rinviati a giudizio per cooperazione in omicidio colposo Franco Romano, allora legale rappresentante della compagnia portuale, Sergio Rondi, direttore operativo della stessa compagnia, Fabio Salvini, responsabile del servizio protezione e prevenzione della società, Guido Misseroni, legale rappresentante della Cooperativa portuale sopraccarichi.
Cicciarella era sulla banchina 8 del porto, stava coordinando le fasi di scarico di un tir quando fu investito e schiacciato dalle ruote di un carrello elevatore.
Nella prossima udienza, fissata per il 21 giugno, verranno sentiti i testimoni della difesa.

IL PICCOLO martedì 25 maggio 2010
Processo Cicciarella, ascoltati tre testimoni

È ripreso ieri, a Gorizia, il processo per l’infortunio sul lavoro nel quale ha perso la vita, l’11 aprile 2005, Franco Cicciarella, mentre stava operando in banchina, in porto, assieme ad alcuni colleghi.
Imputati per la morte del monfalconese, dipendente della Cooperativa ”Sopraccarichi”, l’ex presidente della Compagnia portuale Franco Romano, allora legale rappresentante dell’impresa il cui dipendente investì Cicciarella, Sergio Rondi, direttore operativo della Compagnia, il triestino Fabio Salvini, responsabile del servizio protezione e prevenzione della società, e Guido Misseroni, legale rappresentante della Coop Sopraccarichi.
Dario Zorzin, 50 anni, di Staranzano, conducente del carrello elevatore che aveva colpito il Cicciarella, aveva patteggiato la pena. Davanti al giudice monocratico, Emanuela Bigattin, ieri sono sfilati gli ultimi testi dell’accusa (pm Valentina Bossi): l’ispettore di Polizia, Codutti, il responsabile di banchina, Fausto Polez, e Facchini, il dipendente della Compagnia portuale presente al tragico evento. Il processo è stato rinviato al 21 giugno.

1 maggio 2010

13 maggio 2010

carico sospeso a Gradisca

1maggio2010_2

1maggio2010_1